Sul Giornale

pensavo ci sarei finito per i motivi più svariati. Otti osceni, disturbo della quiete, turbativa d’asta.
Invece e per ora mi trovate ospite di uno dei blog del corriere online a raccontare due cose su com’è lavorare in proprio.

L’articolo del bravo Fabio Savelli lo trovate qui.