CiCCiO.iT » Cambiare lavoro, vita, Lasciare l'azienda, fare il fotografo.

Chi sono

 

ciccioEcco, il CiCCiO sono io, un Papà, un Marito.

Capricorno, perito elettrotecnico, Ingegnere elettrico, ex conoscitore ed amatore.

Mi piacciono fagioli e cereali, che cerco di non mangiare insieme, ed ho qualche forma di dipendenza dalla pizza.

Ho amato e odiato LOST.
Mi sono più volte incartato in mountain bike fino a che non me l’hanno babbata a Les Deux Alpes.
Sono più volte tornato a casa in moto la domenica e dopo essermi tolto il casco ho pensato: “Anche oggi sono tornato vivo”
Una mia ex se n’è andata di casa una sera portandosi via i sacchetti del ghiaccio e le mie racchette da neve.
Sono stato un mediocre bassista ma sono riuscito lo stesso a fare più di 400 concerti.
Ho fatto i campionati italiani di YoYo.
Ho comprato due HP DL 380 su ebay da tenere in garage, in cluster con VMware ESX 5.
Ho un Nexus 5 e un Macbook pro retina late 2013 ma lavoro su un Desktop Windows autocostruito con un monitor dell da 27″ da paura.
Vado matto per il LEGO, specie serie technic.
Mi è venuto il trip di sistemare biciclette e motociclette.
Compro robe elettroniche, specie su Amazon, con cui ho fatto 3 colloqui, sono anche andato fino a Dublino ma alla fine non mi hanno preso.
Vivo per la mia famiglia.

Adoro fotografare le persone anche se ormai non lo faccio più.

Ho avuto più di mille donne.
Non sono bravo a raccontare bugie.

Questo in Sintesi.
Più in dettaglio il CiCCiO è un tipo qualunque. Uno che non parla di sè in terza persona. Uno che ha avuto un sacco di passioni e cerca di parlarne qua. E’ stato bassista quando ascoltava gli evi metal e poi in un quintetto di Jazz elettrico. Ha scritto canzoni con un gruppo tostissimo con cui ha fatto un cd che hanno masterizzato in 4. Ha fatto un fottio di concerti ma non ha mai limonato al termine di nessuno di questi. Poi si è laureato in ingegneria elettrica ed ha mollato. E’ partito per militare che ha fatto a Roma nei lancieri di Montebello, con incarico 116/B1 cannoniere di unità carro armato. Lì ha fatto anche il docente di inglese ed informatica ed ha letto tipo non scherzo una 50ina di libri, la maggior parte di fantascienza, quasi tutti sdraiato sull’erba a Villa Borghese.

Poi, dopo una stampa unione di 110 CV spediti e 18 colloqui, ha cominciato a lavorare in una startup ammericana scelta tra 7 offerte di lavoro. Dopo un’anno ha dato le dimissioni, così d’amblè, perchè non ce la faceva più. Ha trovato subito e si è rilicenziato alla stessa maniera un anno dopo.
L’ha rifatto. E’ diventato IT engineers, poi  PM, poi DBA. ha girato l’universo è arrivato a prendere 8 aerei in una settimana, viaggiando in business ma rischiando regolarmente di farsi cacciare dalle vip lounge in aeroporto perchè aveva i capelli lunghi, i jeans stretti e una 24 di pelle e leggeva mountain bike action anzichè il Financial Times.

A un certo punto, dopo aver cambiato lavoro altre n volte, ha mollato per fare il fotografo. Però gli hanno fatto un’offerta assurda che non si aspettava e che non ha potuto rifiutare. Ha accettato ma è durato sei mesi.

Ha fatto il fotografo. Ha girato l’Italia e si è divertito un fottìo. 4 anni meravigliosi. Poi si è rotto ed ora che è tornato in azienda, da consigli agli altri su come licenziarsi. Di esperienza in merito ne ha.