CiCCiO.iT » Cambiare lavoro, vita, Lasciare l'azienda, fare il fotografo.

50 cose 50 che mi porto in borsa (per affrontare un matrimonio)

Cosa serve per affrontare un matrimonio? Da fotografo intendo. No, “Una buona dose di culo” non vale come risposta. Anche dire che servono creatività, spirito d’osservazione, prontezza di riflessi e una particolare sensibilità non va bene. Limitiamoci agli aspetti più semplici, a quelle cose che fanno la differenza solo se non ci sono.
Sto parlando di una corretta attrezzatura.

Quando facevo le foto ai gatti, i fiori, i tramonti, gli amici con la sigaretta in bocca e avevo un lavoro vero, mi compravo la roba che mi piaceva. La macchina più gozza e l’ottica più grossa perchè alla fine i fotografi hanno qualcosa tipo invidia del pene che è l’invidia dell’ottica. Adesso, che con la fotografia ci devo sfamare il signor Ubi banca per altri 27 anni, devo stare MOOOOLTO attento e comprarmi solo quello che mi serve.  Fai poco il furbo con la tua 5d MkII al prossimo matrimonio quindi.

Detto ciò, capisco che i soliti noiosi  discorsi su l’attrezzatura non serve, non fa la differenza etc hanno stufato molti, e mi rendo conto che lì fuori c’è un popolo di geek cinesissimi che gode e si tocca leggendo specifiche tecniche e robe simili. Così come c’è gente che ha bici in carbonio da 7kg e 12.000€ appese in salotto, sia chiaro.

Ecco quindi per la gioia di voi (noi) voyeur tecnofobici una non esaustiva lista di quello che mi porto in borsa a quasi tutti i matrimoni.

Partiamo da un presupposto: SONO PARANOICO. Nel senso che ho paura che qualcosa vada storto (anche perchè succede regolarmente) Il problema non è fare andare tutto dritto ma essere pronti a raddrizzare qualunque situazione la maggior parte delle situazioni.

Ecco quindi che in borsa ho ALMENO due di tutto.

Nella foto trovate un esploso del contenuto:

Macchine.

  1. Canon 5D+ Canon 24-70 f/2.8 USM L (mi scende una lacrima… voglio troppo bene a questi due ragazzi)
  2. Canon 7D (secondo corpo macchina che uso di solito col 50mm 1.4 sempre a tracolla ma sempre meno)
  3. Canon 40D+Tokina 11-16 f/2.8 (dorme paziente da anni sul fondo della borsa come terzo corpo macchina. Anzi se qualcuno è interessato all’accoppiata…)
  4. Canon 70-200mm f/2.8 – Che bomba… su full frame ha tutto un altro senso. Il mio preferito.
  5. Canon 100mm Macro f/2.8 – Mah… l’ho usato per gli anelli qualche volta ma sinceramente credo che comincerò a lasciarlo a casa.
  6. Canon 50mm f/1.4 – Era il mio eroe finchè non sono passato a FF. Troppo, troppo morbido a tutta apertura ma non mi uccidete ok?
  7. Canon 580 EX II – Vabbè è un flash… ma off camera è tutta un’altra cosa 😉
  8. Canon 430 EX – I soldi in più per il 580 secondo me ci stanno tutti…
  9. Pocketwizard FlexTT5 – questi ragazzi hanno cambiato il mio modo di fotografare
  10. Idem
  11. Pocketwizard MiniTT1
  12. Skyport transmitter per L’Elinchrom Ranger Quadra
  13. 2 x BP511 Originali, 4 x BP511 Sterlingtek (bombe!) , 2 LP-E6 Canon
  14. 28 x Stilo ricaricabili. Raramente riesco a scaricare anche un solo set col 580
  15. American Tape! Verde per farsi vedere
  16. LCW FADER –  Filtro a densità neutra 9 stop – per scattare a tutta apertura in piena luce diurna o per portare i tempi sotto la velocità di sync
  17. 9 Compact flash Sandisk da 4gb – preferisco il taglio da 4 per non rischiare di perdere il contenuto di una 8 o un a 16!
  18. Pile assortite per transmitter, receiver, fotocamera etc.
  19. LED Lenser P7 – Un fascio di luce da 100 lumen concentratissimo e focusizzabile e dimmizzabile, quando serve un plic di luce e basta in una stanza oscura (che la dritta via…)
  20. Un cotton fioc, buono per le pulizie di attrezzatura e orecchie.
  21. La bic – per gli autografi
  22. un po’ di biz cards
  23. e i biglietti da visita di 1000persone!
  24. Non mi muovo mai senza due pastiglie di Reactine dannazione!
  25. E annessi Kleenex
  26. Un panno morbido per attrezzatura e/o il mio naso
  27. Sostegni da pavimento per i flash
  28. Che credibilità avrei senza i miei Oakley?
  29. E senza i miei Lee Gel?
  30. Un caricabatteria universale che di solito lascio in macchina
  31. Elinchrom Ranger Quadra
  32. Torcia x Quadra 400ws
  33. Idem
  34. Cavo per Torcia
  35. Batteria Aggiuntiva per Quadra, altri 150 lampi a piena potenza
  36. cavo sincro se falliscono i radio
  37. caricabatterie per Stilo
  38. Luce led continua per sez. video
  39. Batterie per luce led
  40. Tascam DR1 registratore audio
  41. AKG microvono lavalier
  42. Filtri colorati per luce video
  43. Pannello circolare 110cm Lastolite 5-in-1
  44. Condor stativo leggero di solito cade sempre in testa a qualcuno
  45. Monopiede ibbei 7 euro, bello, non lo uso mai
  46. Manfrotto 055XBD
  47. Manfrotto 486RC2
  48. Snodo porta ombrelli
  49. Carrellino trasforma la borsa in trolley 7€ acquisto dell’anno!!!
  50. Hard disk con il backup di tutti TUTTI i matrimoni passati!

Mancano solo i miei fidi ombrellini, un convertibile riflettente- traslucido da 110cm e due da 90cm traslucideo e riflettente.

La parte a sinistra della mezzeria è la roba che mi porto abitualmente. Delle 3 macchine ne uso praticamente una solo ormai. Delle 8 batterie me ne bastano due. Delle 28 stilo di solito ne uso 4 per il flash e 4 per i due Flex che consumano molto più del 580.

Delle 8 schede di solito ne uso 6 e infatti è ora di daje nabbotta.

Praticamente faccio tutto con il 24-70 ed il 70-200. Una volta il 50 lo tiravo giallo soprattutto in chiesa ma ora preferisco tirare gli iso soprattutto indovina da quando? bravo, sono passato a Full Frame.

Il caricabatterie… boh, mi chiedo che senso ha portarlo e allora perchè è sempre lì?

I gel vengono buono ma più che altro il CTO per i cieli con il bilanciamento del bianco su incandescenza o per simulare luce solare nelle giornate grigie.

I sostegni da terra per i flash li uso soprattutto durante le danze per qualche effetto strano.

I biglietti da visita li do via a baluc

Purtroppo quelli che uso di più sono il reactine e i fazzoletti!!!

 

Quando l’orario non è propizio, il matrimonio è lungo, c’è con me la fida Margherita, a volte porto il Ranger con una torcia che è in grado di sparaflescciare anche il sole.

La parte video praticamente ai matrimoni non ci viene mai.

Il manfrottone viene ma sta per lo più nel bagagliaio a far compagnia al monopiede e al pannello riflettente (sempre che Maggie non abbia voglia di smazzarselo)

Il condor e gli ombrellini invece sono l’anima della festa!!!

 

  • Simone - May 25, 2011 - 2:56 pm

    Molto interessante!
    Grande invidia per il 31 e 32.
    Ottima idea il 19, te la copio..ReplyCancel

    • max - May 25, 2011 - 3:20 pm

      Simone!
      chiaramente la 19 è copiata 😉
      nella fattispecie da qui
      E indovina anche da chi… Il nostro caro amico Ben Chrisman se frughi sul blog trovi anche la foto dove l’ho sgammato 😉ReplyCancel

  • cesare - May 25, 2011 - 2:58 pm

    Ciccio complimenti per il sito e i consigli che dai! ma veniamo al sodo ho bisogno di un consiglio, ho attrezzatura canon flash 580 ex e 40d piu due luci flash che hanno la servocellula, ho notato, quando scatto, che con la modalità del flash in ttl parte il lampo delle luci ma la foto non è illuminata. Mi spiego meglio monto il flash sulla macchina girato alle mie spalle in modo da poter usare solo le luci flash , scatto, partono i 3 flash ma la foto viene buia , mentre se metto la modalità flash in manuale sembra funzionare tutto. Anche usando il flash della macchina succede la stessa cosa, il flash macchina mi fa partire le 2 lampade, ma nella foto il lampo delle lampade non compare, ho provato a cambiare anche i tempi sonno partito da 1/20 fino ad arrivare a 1/125. Spero di essere stato chiaro
    Grazie CesareReplyCancel

    • max - May 25, 2011 - 3:17 pm

      Eheh Cesare, credo sia il “prelampo” del 580. Lo stesso problema ce l’ho con la servocellula del Ranger Quadra. Il 580 in condizioni di scarsa luce emette un pre-flash di potenza misurata e ridotta per illuminare la scena, valutare l’esposizione e calcolare la corretta potenza del lampo effettivo. Sono talmente ravvicinati che a te sembrano un unico lampo ma la servocellula vede il primo e crede che sia il lampo effettivo e i tuoi slave quando viene esposto il sensore sono già scattati da mò!
      Il Quadra ad es. è in grado di imparare la sequenza di prelampo ed ignorarla. Credo anche che ci sia una funzione del 580 per disabilitare il prelampo!
      Spero di non aver detto vaccate!
      Magari adesso controllo sul manuale 😉ReplyCancel

  • Simone - May 25, 2011 - 11:52 pm

    ma và?! adesso guardo…
    In effetti so che usa una luce fissa ma non ho mai capito quale..ReplyCancel

  • Nicola - May 27, 2011 - 1:19 pm

    Io ci capisco dal 20 al 26, incluso il 20 e incluso il 26.

    Ps A cosa serve il reactine?
    E cos’e’ uno snoda ombrelli….nel senso…insomma hai capito no?
    E un lee gel?

    Ma quanto ti voglio bene!ReplyCancel

  • federico - August 25, 2012 - 12:27 pm

    ciao seguo molto il tuo blog! il 70-200 e quello non IS ?
    Cosa consiglieresti per matrimoni il 70-20 f/4 is o il 2.8 non is non avendo un gran budget?
    ti ringrazio
    ciao fedeReplyCancel

    • CiCCiO - August 25, 2012 - 1:29 pm

      Ciao Federico,
      ti rispondo senza esitazione: 2.8 non IS.
      Supponiamo che l’IS pessimisticamente parlando ti recuperi quello stop di differenza in aperture, a parità di condizioni scatteresti ad esempio a 1/125 f/2.8 non stabilizzato o 1/60 f/4 stabilizzato.
      Recuperassi anche due o tre stop come sostiene il marketing di Canon, scatteresti a f/4 1/30 o più lento. I tuoi micromovimenti saranno eliminati, i movimenti degli sposi no.
      Tieni inoltre presente che se f/4 è una scelta bene, se è un vincolo male. Se fai ritratto e la fotografia di matrimonio è una buona percentuale di quello secondo me, allora, avere profondità di campo ridotta è obbligatorio. Averla a disposizione per lo meno. Altrimenti sei costretto a fare le foto che vuole la tua attrezzatura, non quelle che vuoi tu.
      Aggiungo che le ottiche a tutta apertura sono piuttosto soffici chi più chi meno e cominciano ad essere nitide quando chiudi il diaframma per cui f/4 sul 2.8 è in teoria più nitido di f/4 su f/4.
      I motivi per scegliere l’f/4 sono a mio giudizio il peso, l’ingombro e il prezzo anche se fra f/4 IS e 2.8 non IS non c’è moltissima differenza. spero di essere stato utile!ReplyCancel