Happy new economy

E’ il 1997. Mi laureo il 13 dicembre.
Parto il 18 febbraio 1998 per militare.
Mi congedo il 17 dicembre 1998.
Comincio a lavorare il 4 gennaio 1999.

E vengo coì catapultato, nonostante una laurea in Ingegneria elettrica nel magico e turbinoso mondo dell’information technology.

Sono la matricola N. 4 di una startup della new economy.
“startup” e “new economy” sono due definizioni che non esistono più.
Non esiste più nemmeno quella startup, non nel senso che non è più una startup, ma nel senso che non esiste più l’azienda.
Fatto sta che baget a badaluc, corsi , arduer, softuer, quello che vuoi. Serve un softuer per la rotazione settimanale delle cravatte? Comprato.
Già, si va a lavorare in cravatta anche se devi andare sotto i tavoli a tacare i fili. Sei un sistemista, ma con la cravatta e il biglietto da visita giusto diventi IT engineer.
Fai parte di un team internazionale e allora montli miting a Copenaghen, Londra, Amsterdam. Corso di formazione on de giob un mese in olanda poi due settimane in danimarca. Il corso unix è a napule? E che problema c’è? Si viaggia in bisnes e si alloggia in 5 stelle.
E in aeroporto, vip lounge, sala raffaello. Entri coi capelli lunghi e l’orecchino e la tipa ti fa: guardi che ha sbagliato. Tu le mostri il biglietto di bisnes e le tue 135.000 miglia alitalia e ti fai un gin tonic. Aggratis.
Poi sono premi aziendali, variabili da capogiro, bonus del 120%.
E feste, party nel locale di D&G, eventi, chic off commerciale, brend lonc, seils start, brech iven qualcosa.
Poi fanno un’offerta al tuo responsabile e lui ne fa una a te: come rifiutare? E’ una startup! (della new economy) +30% + variabile etcetc. Tichet resturan da 16.000 lire: da capogiro all’epoca.
Diventi team leader, responsabile sviluppo anche se non hai mai scritto una riga di codice. Magie del magico mondo dell’IT.
5 Giorni in azienda e vieni spedito una settimana a las vegas a vedere dei prodotti. Ops, a fare scouting di soluzioni software. Anche scouting non si usa più come parola o almeno credo.
Il giorno prima di partire però arriva la segretaria dell’amm. Delegato (ops CEO, che non si usa più) e mi dice quando arrivi a malpensa riparti per una località sconosciuta. Non dire niente in azienda non sa niente nessuno c’è il chic off vendite portati il costume.
Parto il giovedì mattina alle 8 da Las Vegas, arrivo dopo finix, atlanta, niù iorch, zurigo, malpensa, venerdì sera alle 23 a Olbia, hotel cala di volpe 5 stelle extralusso.
Poi la storia di ripete e il mio responsabile blabla e altra startup.
Festa per il chic off (nartro).
Aperitvi e gin tonic aggratis.
Maglietta commemorativa dell’evento, zaino, borsa da palestra, marsupio e portabiglietti da visita (stavolta c’è scritto Project Manager) in argento(!!!)
Cena gran lusso con cameriere in livrea che non lascia svuotare il bicchiere.
Al tavolo gerri scotti, federica moro, allegria bagatta.
Sul palco peppe quintale che annuncia: un po’ di musica. Esce paolo belli e orchestra.
Cabaret e arriva Panariello.
Estraggono una vacanza in polinesia e due palmari per tavolo.
Superdisco poi con le letterine. Gin tonic e feega a badaluc. Danze sfrenate fino a notte fonda e rientro in taxi in un noto albergo di Milano.
Nel frattempo, team leader e PM per progetto multicountry.
Meeting de qua e de là in giro per l’europa (in bisnes). Sabato domenica giorni feriali.
Due diligence (questa non si usava manco prima forse) a casa di un vendor (oggi fornitore) che tenta di strappare il contratto portandoci in un locale di table dancers (oggi come ieri troje) da paura! Poi una settimana in ristoranti extralusso, tribune d’onore allo stadio en so on.
Firmo svariati documenti prima di dirgli che la mia firma non ha alcun valore.
Poi esplode la bolla de stoka$$o de niù economi.
E i soldi non ci sono più.
E quindi spariscono le feste.
E poi si comincia a viaggiare in economi.
E poi con Ryanair.
E poi invece di viaggiare si fanno le confcoll.
E poi non serve più tutta sta gente che fa confcoll.
Anzi non serve nemmeno sto ramo d’azienda.
Che viene ceduto.
E allora mi tocca rimettermi sul mercato.
E mi va meglio di qualcuno che passa a vendere estintori o fa un corso da someliè.
Devo aver fatto un corso oracle nel corso degli anni e allora qualcuno mi chiama per un colloquio.
Ci serviva proprio un dba della sua esperienza.
Non sono un dba.
Ma si, una bella rinfrescata.
Veda lei.
Tiro sul lordo annuo ma la tipa mi fa: poi prende più del suo capo.
Tiro sul livello e la tipa mi fa: poi è sopra il suo capo.

E vualà! Eccomi, sono un impiegato. Senza accezioni negative sia ben chiaro.
Il mio capo non è laureato.
Il suo capo nemmeno.
Il capo del suo capo neanche.
E la gente esce dalla sala macchine (che una volta si chiamava CED) col camice bianco tipo bidello o salumiere.

Certo un po’ mi viene da pensare.
Tempo buttato?
Ma no, è stato divertente e formativo.
E soprattutto mi ha aiutato a capire alcune cose.

Ad esempio, se un giorno hai un pischello, forse è meglio se lo avvii alla professione di idraulico.

Meglio, di fotografo professionista di cerimonia, matrimonio e ritratto per privati.

Un’altra cosa di fondamentale importanza l’ho capita: Se il vice president of sales di una softwarehouse multinazionale con punti di presenza in 41 paesi e headquarter al 41mo piano di uno dei più importanti palazzi di Toronto è un energumeno di colore palestrato alto 1.95cm, forse è il caso di non apporre firme a caso su documenti di cui ignori il contenuto.

Comments

  1. Claudio

    Mi schirisci le idee sulla fine?

    Commento del CiCCiO: Mi riferisco al tipo che ci ha portati nel localino con le signorine. In balia di alcool e piaceri del secso, ho firmato contratti per svariate centinaia di milioni di dollari. Loro credevano toccasse a me e io per non essere maleducato e non farli restare male non ho detto niente fino alla fine della settimana.
    Ancora mi chiedo come mai l’abbiano preso così male…

  2. MassiRossi

    Ciccio!!! sei sempre il mio mito; ti ricordi in bliches quando si smadonnava pe fa annà na piattaforma da na cifra de soldi per fa mannà sms a du stronzi? er ar SOC? che mo se chiama BO ma è sempre la stessa merda? muahhhahaha!!! mantieniti così! mejo essere un pò cinici e distaccati… d’altronde come diceva Robecchi su radio popolare… “è la niù economi babi…”

    Commento del CiCCiO: Mittico macs, pure tu vittima innocente del venture capital, mastro celebrante della prevendita creativa. N’amo passate e j’abbiamo destrutto er Dynamo a botte de aperitivi!

  3. Marco F.

    Ah ah! Grande, son venuto qui per caso digitando ciccio.it e mi trovo questa storia!
    Commento del CiCCiO: Non poteva andarti peggio 😀

  4. mel

    tanto meglio prendere in mano il badile e spalare, saper fare qualcosa, che non perdere tempo (il proprio, innanzitutto, e poi quello degli altri) a dire fesserie………..eppoi io ho iniziato nel 1998 a lavorare e tutti questi premi & cotillons non li ho mai visti, com’e` sta’ storia ???

    baci & bassotti,
    mel

Comments are closed.